Evander Holyfield appende i guantoni da boxe

Evander Holyfield appende i guantoni da boxe

Da molti anni ormai, la divisione dei pesi massimi subisce perdite. La perdita dei suoi grandi nomi e del potere stellare che ne deriva, la perdita di lotte per il titolo con un esito difficile da prevedere e implicitamente la perdita di una migliore copertura negli Stati Uniti poiché tre delle cinture importanti sono detenute in Germania dai più giovani Fratello Klitschko.

In aggiunta al simbolico declino della divisione arriva il ritiro ufficiale di Evander Holyfield, un combattente che ha allacciato il suo guanti da box e ha combattuto il meglio della sua epoca.

Ci sono ancora molti combattenti là fuori che avevano visto giorni migliori ma hanno scelto di continuare a combattere, un meno imponente Sugar Shane Mosley, un Roy Jones Junior non altrettanto scaltro, un James Toney che lotta contro problemi di peso e tuttavia ce ne sono altri per i quali l'età è ma un certo numero, combattenti come Bernard Hopkins, che mostrano ancora grandi riflessi e tecnica.

È difficile dire se Holyfield abbia preso la decisione migliore quando ha scelto di riattaccare, ma poiché questo è il suo secondo annuncio del genere dopo un periodo di inattività di poco più di tre anni, tendiamo a pensare che lo fosse.

Evander Holyfield appende i guantoni da boxe

Con un record di 44 vittorie (29 delle quali a eliminazione diretta), 10 sconfitte e 2 pareggi, Evander Holyfield lo ha reso ufficiale all'età di 51 anni, pochi mesi prima della sua prevista introduzione nella Hall of Fame. Il suo precedente annuncio è stato fatto nel 2012 con il suo ultimo incontro avvenuto nel 2011, una vittoria per TKO sul peso massimo danese Brian Nielsen. Ha proseguito affermando che non aveva più alcun desiderio di essere colpito e che nessuno lo avrebbe combattuto comunque.

Nato il 19 ottobre ad Atmore, in Alabama, Holyfield ha iniziato a praticare la boxe ad Atlanta all'età di 12 anni e ha continuato ad avere una prolifica carriera amatoriale. Il suo debutto da professionista è arrivato all'età di 22 anni, nei pesi massimi leggeri, contro Lionel Byarm in un luogo adatto per grandi combattenti, il Madison Square Garden.

Holyfield ha continuato a scalare le classifiche, pugilato al peso di un incrociatore e poi, infine, dei pesi massimi, vincendo contro George Foreman e Larry Holmes, prendendo la decisione con Riddick Bowe due volte fino a ottenere un TKO nel terzo incontro, pareggiando e perdendo contro Lenox Lewis e molto più tardi, perdendo per una decisione controversa contro un Valuev molto più grande nel 2008.

Anche allora, all'età di 46 anni, Holyfield si dimostrò in buona forma, ballando attorno al gigantesco pugile russo in una lotta da cui David Haye deve aver imparato molto.

 

Per gli appassionati di boxe occasionali, Evander è ricordato come l'avversario di Tyson, quello che si è morso l'orecchio in un incontro che ha portato una cattiva pubblicità allo sport della boxe. Dopo aver sconfitto in precedenza Tyson in una tanto attesa lotta per il titolo nel 1996 (in cui Tyson era favorito per la vittoria), Holyfield lo affrontò di nuovo nel 1997.

Nel terzo round della rivincita, Iron Mike ha morso l'orecchio del suo avversario in quello che è visto da molti come un tentativo avventato di essere squalificato. Pur non avendo un'immagine pubblica perfetta o il record professionale perfetto, Evander Holyfield ha lasciato il segno nello sport che ama e sebbene non combatta da anni, il suo stile di boxe atletico e intelligente, così comune una volta tra i combattenti americani sarà gravemente mancato nella divisione dei pesi massimi.

Articoli simili

BoxingGlovesReviews partecipa al programma Amazon Services LLC Associates. Sosterrai la nostra piccola operazione acquistando tramite questo sito Web, poiché otteniamo una piccola percentuale delle vendite. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.